Statuto

CIRCOLO POLESANO AMICI DELL’ARTE

STATUTO


Art. 1

E’costituito il Circolo Polesano Amici dell’Arte con sede legale a Rovigo.


Art.2

Il Circolo Polesano Amici dell’Arte non ha scopi di lucro né politici. I suoi scopi sono la conoscenza e la diffusione delle Arti in tutte le loro espressioni  e  forme  con  particolare attenzione all’arte figurativa  moderna e contemporanea .

Il Circolo Polesano Amici dell’Arte promuove quindi conferenze di artisti, critici e studiosi, cura proiezioni di documentari, indice visite a gallerie, mostre e musei e a monumenti di interesse artistico. Può sollecitare  e promuovere mostre collettive e personali di artisti viventi e del passato, mostre d’opere da collezioni private ed ogni altra manifestazione consona alle finalità ed agli scopi sopra enunciati. Può  partecipare  inoltre ad iniziative atte ad unificare in associazioni regionali o nazionali il predetto programma.


Art. 3

Sono Soci tutti coloro che sono in regola con il pagamento della quota annua.

Possono ottenere l’ammissione a Soci persone che abbiano qualità ed interessi conformi al conseguimento delle finalità del Circolo. L’ammissione  è subordinata  all’accoglimento della domanda  stessa da parte del Consiglio Direttivo .


Art. 4

I Soci sono tenuti al pagamento di una quota annua stabilita di anno in anno dal Consiglio Direttivo. Le quote serviranno unicamente a coprire le spese derivanti dal funzionamento del Circolo. Il Socio perde la sua qualifica qualora  non rinnovi il pagamento della quota entro 3 mesi dall’inizio dell’anno sociale  o presenti  dimissioni volontarie .


Art. 5

Gli organi sociali sono :

  1. L’Assemblea Generale  dei Soci
  2. Il Presidente
  3. Il Consiglio Direttivo
  4. I Revisori dei Conti
  5. Il Collegio dei Probiviri

Art.6

L’Assemblea Generale dei Soci, da convocarsi almeno uno volta all’anno   a mezzo lettera o per via telematica, è chiamata a deliberare sui seguenti oggetti:

  1. Relazione del Presidente sull’andamento del Circolo
  2. Rendiconto economico e finanziario  dell’esercizio sociale che si chiude il 31 dicembre di  ogni anno
  3. Elezione del Consiglio Direttivo, dei Revisori dei conti e del Collegio dei Probiviri
  4. Nomina di Soci Onorari e di  Presidenti Onorari
  5. Eventuali modifiche dello Statuto.

L’avviso di  convocazione  dell’Assemblea  deve contenere l’indicazione del luogo, dell’ora della riunione e l’ordine del giorno. L’Assemblea  è validamente costituita in prima  convocazione  con la presenza  dei due terzi dei soci. Trascorsa un’ora da quella indicata per la prima convocazione l’Assemblea si riterrà valida qualunque sia il numero degli intervenuti.

Le delibere  sono prese con votazione  per alzata di mano  o a mezzo scheda e  sono valide  con il voto favorevole della maggioranza dei presenti.

Per il rinnovo delle cariche  un socio può delegare altro socio  e la delega deve risultare da atto scritto. Ogni socio può esercitare una sola delega.


Art. 7

Il Circolo Polesano Amici dell’Arte è amministrato e diretto da un Consiglio Direttivo composto di sette Soci eletti dall’Assemblea  e dal Presidente uscente .

Sono  eletti a componenti i primi sette della graduatoria dei voti con la possibilità di sostituire eventuali casi di rinuncia con quelli che seguono immediatamente.

A parità di voti viene eletto il Socio più anziano di età.

Il Presidente uscente  non può essere immediatamente rieletto, entra di diritto nel nuovo Consiglio  a tutti gli effetti, ma non può ricoprire cariche statutarie.

Il Consiglio elegge fra i suoi componenti il Presidente, il Vice Presidente, il Segretario e il Tesoriere.

L’Assemblea elegge con le stesse modalità anche i due Revisori dei Conti che hanno il compito di sovrintendere alla gestione amministrativa e il Consiglio dei Probiviri che si compone di tre Soci e che  ha il compito di dirimere eventuali vertenze che sorgessero fra i Soci.

Tutte le cariche hanno la durata di un biennio e sono gratuite.

Al Consiglio Direttivo spettano tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione per la realizzazione dello scopo sociale  .

Le delibere del  Consiglio Direttivo  sono adottate  con la maggioranza  dei presenti  e in  caso di parità  prevale il voto del Presidente.


Art.8

Su proposta del Consiglio Direttivo  l’Assemblea  dei soci  può nominare Presidente Onorario un socio che abbia acquisito  meriti particolari e che può partecipare alle riunioni del Consiglio  senza diritto di voto.

Sempre su proposta del Consiglio Direttivo  l’Assemblea può nominare  Socio Onorario  una persona  che  abbia  prestato particolare attenzione e disponibilità nel perseguimento degli scopi sociali del Circolo. Lo stesso può partecipare alle attività del Circolo senza l’obbligo del pagamento della quota.


Art. 9

Il Presidente,  per delega del Consiglio Direttivo, dirige il Circolo e ne è il legale rappresentante  in ogni evenienza.

In caso di impedimento  la rappresentanza  spetta al Vice Presidente.


Art.10

L’eventuale scioglimento del Circolo può avvenire a causa dell’impossibilità di perseguire lo scopo sociale  per motivi diversi  e/o per l’eccessiva riduzione del numero dei Soci. L’Assemblea,    riunitasi  allo scopo,  delibera con la maggioranza  degli intervenuti  lo scioglimento  del Circolo  e  stabilisce  la destinazione dell’eventuale  fondo comune residuo.


Statuto  modificato:

con deliberazione dell’Assemblea in data 21 Novembre 1985,

con deliberazione dell’Assemblea in data 21 Settembre 2006,

con deliberazione dell’Assemblea in data 19 Marzo 2009.

con deliberazione dell’Assemblea in data 19 Febbraio 2015