Chiusura delle attività del primo semestre del Circolo polesano degli Amici dell’Arte

L’uscita nella città di Badia Polesine è stata inserita nel primo semestre di attività dell’associazione con il preciso intento del Circolo di promuovere la conoscenza  dell’arte, in tutte  le sue espressioni  e testimoniarne, con visite  mirate nei luoghi del territorio di appartenenza, così come dichiarato ad inizio mandato dal Presidente  Giorgio Lazzarini.

Teatro Comunale di Badia Polesine

A conferma di tale missione, ai tesori di Badia Polesine è stata dedicata la giornata di sabato 23 giugno. All’iniziativa culturale hanno aderito con entusiasmo cinquanta soci del Circolo che, accompagnati dal Presidente Lazzarini, hanno visitato   il Teatro  Comunale e la Collezione Balzan, constatando con meraviglia  come esistano nel nostro Polesine  bellezze artistiche di grande valore ma ancora poco conosciute,  se non  sconosciute,   che meritano, invece, di essere apprezzate.

Non è mancata  la visita guidata  alla celebre Abbazia della Vangadizza,    simbolo della cittadina,  oggetto di un  importante ed intelligente  restauro  ancora in corso  che, si auspica, possa  riportarla   ai splendori di un tempo, a testimonianza dell’importanza rivestita nei secoli. Parole di apprezzamento per il lavoro svolto e di  invito a continuare  nell’impegnativo restauro  sono state  rivolte dal presidente Lazzarini  alla neo onorevole e vice sindaco  di Badia  Polesine, Antonietta Giacometti, intervenuta   per l’occasione  a portare i saluti dell’amministrazione comunale, presenza che è stata molto gradita.

 

Abbazia della Vangadizza

 

 

 

 

Il Presidente Giorgio Lazzarini introduce il momento musicale
I giovani musicisti dell’Accademia Venezze diretta dal maestro Francesco Toso

Al termine della visita guidata, nel chiostro dell’Abbazia, il gruppo si è trattenuto a godersi il concerto  lirico strumentale organizzato dallo stesso Circolo. Il concerto è stato eseguito dall’Accademia Musicale “Venezze”,   diretta dal maestro Francesco Toso, e dedicato alla memoria di Cosetta Sartori, socia recentemente scomparsa. Il momento musicale ha avuto lo scopo di allietare la serata  e, soprattutto,  di dare attenzione a giovani musicisti, anche loro espressione artistica di un territorio, insieme ai docenti,  con l’augurio che la musica  porti loro soddisfazione nella vita lavorativa. I soci hanno  sottolineato con fragorosi  applausi  tutte le esecuzioni di Laura Gatti (flauto trasverso),   Maria Lucia Andreotti e Cesare Chioetto (pianoforte), Francesco Toso e Alessandro Boreggio (baritoni), Sebastiano Ferrari (percussioni), Stefano Salandin ( contrabbasso), Michele Valcanover (arpa), Michele Ballo  e  Valentina Milan (violoncelli), Greta Borella (voce bianca). Il concerto , presentato dalla giovane Greta Campion,  è stato molto apprezzato per la bravura dell’esecuzione oltre che per la varietà  e la  vivacità del programma musicale.    

Il direttivo con l’ onorevole Antonietta Giacometti
Etichettato , , ,