GENTE PER BENE-GENTE PER MALE. LA FOTOGRAFIA DI RITRATTO DI MATTIA ZOPPELLARO

Mattia Zoppellaro ospite della prossima conviviale d’arte

Ancora un appuntamento per i soci del Circolo Polesano degli Amici dell’Arte, presieduto da Giorgio Lazzarini, per conoscere da vicino una giovane eccellenza tutta rodigina. Sarà ospite, nella prossima conviviale d’arte, Mattia Zoppellaro apprezzato fotografo e ritrattista di costume, che con i suoi sapienti scatti ha ottenuto importanti riconoscimenti in Italia e all’estero. L’artista, dopo gli studi classici, ha studiato fotografia allo IED (Istituto Europeo di Design) di Milano e successivamente ha compiuto esperienze lavorative presso il Dipartimento di Fotografia di Fabrica” (Centro di ricerche sulla Comunicazione di Benetton) sotto la guida di Oliviero Toscani. Si è poi trasferito a Londra, dove ha iniziato a scattare per diverse riviste e etichette musicali. Fa parte della famosa Agenzia Fotogiornalistica “Contrasto” per cui ha ritratto personaggi noti del mondo della cultura, dello sport, dello spettacolo poi apparsi sulle copertine delle più importanti riviste nazionali e internazionali. Le ricerche di Mattia Zoppellaro, che poi trasforma in immagini, sono legate principalmente alle sottoculture, poiché in esse trova la fonte di ispirazione per uno studio dei volti, dei comportamenti, delle tradizioni, mettendo in luce un mondo poco conosciuto, ma ricco di fascino e di mistero.

immagini fotografiche dell’artista
Zoppellaro rave

Lo scatto si trasforma in uno studio antropologico per immagini, che approfondisce con reportage sociali, di costume, di tendenze legate al mondo dei giovani, dei rave party, ritraendo personaggi e fenomeni senza mai cadere in stereotipi o insidiose trappole emulative. La sua passione per le sottoculture lo ha potato a realizzare vari fotoreportage divenuti mostre personali di successo, che hanno messo in rilievo la sua capacità di sperimentare sempre nuove forme espressive. Da segnalare il suo recente libro fotografico “Appleby”, legato ad una singolare vendita di cavalli che si compie annualmente nei campi nomadi tra Irlanda e Gran Bretagna, in cui l’artista è riuscito a cogliere aspetti inediti e affascinanti di un mondo sconosciuto. L’arte fotografica di Zoppellaro, ricca di creatività, libertà, anticonformismo, verrà presentata ai soci e amici del Circolo, giovedì 15 p.v. alle ore 20.00 presso il Ristorante “Le Betulle” dell’Hotel Regina Margherita.

Etichettato , , ,